Pulire il divano : istruzioni per l’uso.

Featured

Prima di sfoderare il divano prova a seguire queste semplici istruzioni per pulire il divano.

O Ops, il caffè si è rovesciato sul divano. E adesso cosa faccio? Proviamo a rispondere a tutte le tue domande in merito a macchie e pulizia del divano.

La pulizia del divano dipende molto dal materiale con cui è rivestito. Se il rivestimento è in tessuto, adotterai alcune accortezze quotidiane, se è in pelle dovrai seguire altre indicazioni.

Manutenzione e pulizia del divano in tessuto.

Il tuo divano rivestito in tessuto può essere pulito in molti modi.

Per una pulizia ordinaria e per rimuovere la polvere bisogna spazzolarlo frequentemente, e nel caso anche usare l’aspirapolvere. Questo accorgimento, già da solo riduce notevolmente i cicli di lavaggio.

Lo sporco e le macchie si possono togliere usando un pezzo di stoffa morbido imbevuto d’acqua e sapone neutro, passato con cautela. Attenzione perché devi strofinare in modo leggero: se premi troppo anziché favorire la pulizia, provochi la penetrazione nel tessuto dello sporco.

 

Tessuto antimacchia Evia di Doimo Salotti.

Se questo rimedio non basta perché il danno della macchia è superiore, come nel caso della macchia di caffè di prima, allora devi sfoderarlo per lavare il rivestimento.

Quando sfoderi il divano, soprattutto la prima volta, fai attenzione al distacco del velcro: non tirare con troppa forza la fodera per staccarla. Eviterai così di rovinare il vellutino dell’imbottitura.

I cuscini di seduta, dello schienale e del bracciolo di solito sono facilmente sfoderabili. Hanno una cerniera su di un lato o nel retro. Per lavare il tessuto del divano leggi prima la composizione e segui le istruzioni scritte nella scheda prodotto dal produttore stesso. Se hai dubbi sui simboli dei lavaggi qui puoi leggerli facilmente.

 

Doimo antimacchia Evia caratteristiche tecniche e colorazioni disponibili.

Meritano una menzione speciale i tessuti antimacchia per divano. Sono dei tessuti prodotti con tecnologie avanzate che respingono le macchie sia di liquidi grassi, come l’olio, che acquosi come il caffè. Per la loro pulizia è sufficiente eliminare la macchia con panno asciutto o carta da cucina assorbente senza fare pressione sul tessuto. In caso di penetrazione a causa di un’eccessiva pressione, allora basterà strofinare lievemente con una spugna umida. Non serve quasi mai sfoderare il divano.

Manutenzione e pulizia del divano in pelle.

Il divano in pelle non deve essere aspirato o spazzolato, ma bensì spolverato con un panno morbido e asciutto. Non pulire con detergenti, sostanze chimiche o altri prodotti che rovinerebbero la pelle. Alcune macchie dei divani in pelle si possono togliere usando un tampone morbido imbevuto d’acqua e sapone neutro, passato con cautela. Non dovrai mai trattare la pelle con olio di alcuna natura. Esistono in commercio appositi kit di pulizia della pelle.

 

 

E per finire: come pulire l’ecopelle.

Un’avvertenza speciale va fatta per quei materiali di rivestimento che rientrano nelle ecopelli e che molto comunemente sono utilizzati per rivestire i divani in quanto economici. Anche se possono sembrare indistruttibili, in realtà l’utilizzo anche solo minimo di prodotti aggressivi per la pulizia (sgrassatori) può rovinare per sempre il rivestimento del divano, staccando la prima pellicola superficiale dal supporto in tessuto.

L’ecopelle è dunque un rivestimento delicato e come tale va trattato. Non usare prodotti chimici – neppure i classici “pulitori a spruzzo” per la pulizia domestica – e non sfregare la superficie. L’ecopelle non è altro che uno strato di materiale plastico o sintetico, morbido e attaccato a una struttura in tessuto: si può rovinare più facilmente di quello che pensi.

Dubbi o domande?
Contatta il nostro ufficio a redazione@salottoeperfetto.com

Fare manutenzione al divano in pelle notizie.

0

Non ci sono ancora commenti.

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *