Divano in pelle, quale scegliere?

Featured

Guida al divano in pelle.

Consigli e suggerimenti per scegliere il miglior divano in pelle per il proprio salotto.

Il divano in pelle è un arredo sempre molto apprezzato. Le mode e le tendenze ne cambiano le forme e i colori, ma la sua identità funzionale ed estetica rimane pressoché immutata nel tempo. Per scegliere un buon divano in pelle bisogna prima di tutto saperne apprezzare le caratteristiche che lo rendono un manufatto unico e irripetibile, cioè la pelle stessa.

Il materiale che viene lavorato, tagliato e cucito, per comporre il vostro divano, non sarà mai uguale a un altro divano. Da un rotolo di tessuto si possono ricavare molti divani, tutti uguali, ma per produrre un divano in pelle di media dimensione servono circa 4/5 pelli intere di bovino (circa 20 mq). Capirete quindi da soli che due manufatti non potranno mai essere uguali.

divano in pelle bianca moderno.

Rivestimento in pelle: come natura crea.

La pelle è prima di tutto un rivestimento naturale, che deriva dal pellame degli animali. La sua conformazione superficiale dipende prima di tutto dal tipo di animale utilizzato. Anche il semplice habitat in cui ha vissuto influenza l’estetica finale della pelle da lui ricavata.

La pelle cambia aspetto nel tempo.

Più viene utilizzato il divano in pelle e più subirà trasformazioni: la piccola pieghetta, la lucidità maggiore nella seduta più utilizzata, l’ammorbidirsi della pelle di schienale ecc., questi sono aspetti naturali e immutabili per un divano in pelle. Come tali vanno presi in considerazione già dal momento dell’acquisto.

divano in pelle vintage

C’è pelle e pelle: quale scegliere!
Non tutte le pelli utilizzate per produrre i divani sono uguali.

Cambiano gli spessori, la qualità della materia prima, le lavorazioni e i colori e non ultimi i trattamenti utilizzati per le finiture. Com’è naturale che sia, cambieranno anche i prezzi del prodotto finito.

Nella giungla di proposte commerciali è difficile districarsi per scegliere un buon rivestimento in pelle.

 

Bracciolo di divano in pelle grigio scuro.

 

Ecco un elenco delle più comuni terminologie utilizzate.

Pelle fiore o mezzo fiore. E’ la qualità di pellame più pregiata, e comprende lo strato più esterno della pelle, dove praticamente sono visibili i pori della pelle dell’animale. E’ una pelle molto resistente, ma morbida e fatta per durate nel tempo. Le pelli primo fiore dovrebbero essere sempre accompagnate da un certificato di garanzia in grado di autentificarne la qualità.

 

Pelle con finitura al naturale.

Pelle con finitura al naturale.

Pelle con stampa a dollaro o madras.

Pelle con stampa a dollaro o madras.

Pelle stampata o a grana naturale. La pelle può essere lasciata al naturale, cioè come natura crea, o stampata (definita anche pelle corretta). Nel secondo caso esistono pelli con stampe più o meno profonde, che propongono un disegno che viene definito stampa a dollaro o Madras. La pelle stampata risulta alla vista più uniforme perché durante il processo di pressatura e stampa della pelle tutta la superficie viene compressa. Il risultato finale di solito è esente da difetti vistosi.

Per commercializzare una pelle a grana naturale vengono selezionate le pelli migliori, ma questo non vuole dire che siano prive di difetti. Può esserci una cicatrice o un’imperfezione dovuta magari a una puntura d’insetto avvenuta quando l’animale era in vita. La pelle è natura!

Pelle nabuk. E’ un tipo di pelle dove viene mantenuta anche la prima parte del pelo dell’animale opportunamente rasata. E’ una pelle morbida e molto pregiata, ma altrettanto delicata. Alcuni divani rivestiti con pelle nabuk vengono commercializzati con dei speciali trattamenti che ne proteggono la superficie. Per approfondimenti speciali sui divani in nabuk questo è l’articolo.

 

Divano con rivestimento in pelle nabuk.

Divano con rivestimento in pelle nabuk.

Pelle crosta, ovvero la parte inferiore della pelle, quella che sta nella parte interna del derma. E’ di sicura una pelle meno pregiata rispetto al primo fiore.

Pelle rigenerata. E’ un tipo di rivestimento scadente composto da un mix di pelle di scarto (circa l’80%) e altri composti misti. Per produrla si esegue una lavorazione simile alla carta – sminuzzamento – collanti – impasti ecc… La durata è simile a quella di una finta pelle e invecchiando si deteriora inesorabilmente. Informatevi bene su come è stata prodotta la pelle rigenerata, in alcuni casi potrebbe essere anche un prodotto di scarsissima qualità.

Divano in pelle: fatto per durare nel tempo.

Un manufatto in pelle di buona qualità è un divano che vi accompagnerà per molti anni. Anche da sgualcito acquisirà fascino e valore. Inoltre i moderni soggiorno prevedono anche la progettazione di divani multifunzione come quello di Doimo Salotti – Place.

I colori più indicati sono quelli naturali, dai toni chiari del beige/avorio, alle tinte calde della terra quali il cioccolato, terra bruciata, senape. Anche i toni di grigio caldo, tortora e pietra sono adeguati a un divano in pelle.

 

Elegnate soggiorno signorile con divano in pelle bianca.

Salotto elegante con divano in pelle scura.

Divano in pelle marrone con meccanismo relax.

 

Se invece preferite un divano dai colori vivaci –giallo sole, verde smeraldo – vi consigliamo un rivestimento in tessuto.

Vuoi sapere come eseguire la manutenzione del divano in pelle?

Ne abbiamo parlato in questo articolo che spiega la manutenzione del divano in pelle – clicca qui

Redazione Salotto Perfetto

Fare manutenzione al divano in pelle notizie.

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

0

Non ci sono ancora commenti.

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *