Guide al “come si fa”: sfoderare il divano in tessuto.

Alcuni semplici accorgimenti e informazioni per sfoderare il divano in tessuto con estrema semplicità.

 

Quando si prevede l’acquisto di un divano, molti sono i fattori da tenere in considerazione, tra cui la necessità o meno di rimuovere il rivestimento superiore del divano per il lavaggio.

Se in casa ci sono bambini, che amano giocare sul divano, o animali domestici, il lavaggio del rivestimento del salotto potrebbe essere un’operazione più frequente. Inoltre il lavaggio è necessario anche in tutti quei casi di persone allergiche agli acari della polvere.

Comodità uguale a sfoderabilità!

E’ importante rimarcare, che non sempre questa operazione si rivela facile da eseguire, per la complessità costruttiva del divano; per cui la prima indicazione sarebbe quella di adottare delle regole di pulizia ordinarie quali: una delicata spazzolatura lungo il verso del pelo del tessuto, un leggero passaggio di aspirapolvere, il riassetto dei cuscini, smacchiandoli al dovuto.

 

Se tutte queste attività non sono sufficienti a ridonare al divano un aspetto fresco, allora è proprio il momento di sfoderarlo per procedere con il lavaggio.

Le aziende leader nel settore degli imbottiti propongono delle soluzioni per una veloce e pratica sfoderabilità. I cuscini di seduta e schienale sono dotati di cerniere a U, che permettono una facile rimozione del rivestimento. I braccioli sono, quasi sempre, separati dal fusto del divano. Essi sono agganciati grazie a degli innesti a baionetta, per cui semplici da rimuovere.

Tolti i braccioli la rimozione del tessuto che ricopre la struttura del divano è veloce. Nei divani sfoderabili il tessuto nei bordi è tenuto teso da velcro molto forte. L’utilizzo del velcro garantisce, una volta lavato il tessuto, un riasseto e una tensione dello stesso perfetti.

La struttura di un divano sfoderabile è rifinita con vellutino bianco che facilita l’aggancio del velcro. Un’altra caratteristica che rende davvero “easy” la sfoderabilità del divano è la presenza di una cerniera al centro dello schienale del divano.

 

Sfoderare il divano per il lavaggio del rivestimento.

 

Per quanto riguarda l’intervento di pulizia del divano, o qualsiasi altra operazione di manutenzione è importante consultare la “scheda tecnica del rivestimento”. La scheda è consegnata dal negoziante al momento dell’acquisto. Troverai tutte le indicazioni precise oltre agli eventuali simboli per il lavaggio.

 

PRINCIPALI SIMBOLI PER IL LAVAGGIO DEI TESSUTI.

(clicca sopra la foto per ingrandirla)

 

Simboli manutenziuone tessuti per divani - foto 2.
Simboli manutenziuone tessuti per divani - foto 3.
Simboli manutenziuone tessuti per divani - foto 1.

 

Seguendo le indicazioni di lavaggio, abbiamo la possibilità di non incorrere nel fenomeno di restringimento del tessuto,  che porterebbe alla impossibilità di rivestire nuovamente il divano. Anche nel caso il tessuto richieda un lavaggio a secco, ti consigliamo di far vedere la scheda tecnica al lavasecco. Il negoziante deve prendere buona visione delle modalità corrette da seguire.

Redazione SALOTTOPERFETTO.IT


NON TUTTI SANNO CHE . . .

Anche alcuni divani in pelle sono sfoderabili. Questo permette, oltre di facilitare eventuali interventi di ripristino, di poter rinnovare il salotto acquistando anche solo un nuovo rivestimento.

0
2 Responses
  • Cristiana
    giugno 30, 2016

    Sfoderare un divano non è una cosa semplice, soprattutto rimettere le fodere dopo il lavaggio, ma è senza dubbio meglio faticare un pochino che acquistare un divano non sfoderabile. Cosa fai se si macchia? Lo butti?
    Ciao
    Cristiana

    • Salotto Perfetto
      giugno 30, 2016

      Esatto, i divani non sfoderabili sono davvero una grande comodità e sicurezza.

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *