Come ricavare un mini ufficio nel salotto moderno: i consigli dei designer di Io Ristrutturo e Arredo

Da zona living a zona ufficio, il passo è breve! Proprio così: in questi ultimi mesi molti di noi si sono portati a casa il lavoro, complice lo smart working richiesto dall’emergenza sanitaria, e hanno dovuto allestire alla bell’e meglio un angolo di lavoro in soggiorno.

Chi non aveva a disposizione uno studio o una cameretta da riconvertire ad home office, ha dovuto fare di necessità virtù per ritagliarsi un piccolo spazio dove lavorare comodamente. E nella maggior parte dei casi la scelta è ricaduta proprio sul salotto, per definizione l’ambiente domestico più spazioso, comodo e accogliente.

Vediamo allora i consigli degli esperti di Io Ristrutturo e Arredo, il network di negozi e professionisti dell’interior design attivo in tutta Italia un servizio di ristrutturazione e arredamento chiavi in mano, pensati per chi sta pianificando una ristrutturazione completa di casa o un semplice restyling e ha la necessità di creare un piccolo studio in soggiorno in ottica smart working per i prossimi mesi. I progettisti del network si sono attivati con numerose soluzioni per allestire un piccolo home office nella zona living, con semplici interventi di relook, che non richiedono stravolgimenti, opere in muratura e costi proibitivi.

L’obiettivo è inserire l’ufficio domestico in uno spazio vario e multifunzionale, personalizzabile in base alle esigenze di tutti gli smart workers della famiglia. Due sono le strade percorribili: utilizzare un elemento divisorio bifacciale, ad esempio una libreria, per creare un piccolo ambiente nel soggiorno, collegato ma al tempo stesso separato dal resto della stanza, da destinare ad ufficio, oppure attrezzare una parete con un piano a muro sospeso – soluzione, quest’ultima, più indicata quando c’è poco spazio a disposizione.

Un piano a muro sospeso può ospitare quanto basta nella maggior parte dei casi: un portatile, una lampada e altri accessori, con una seduta ergonomica che va a completare questo piccolo ufficio in miniatura. Se necessario, altri elementi di arredo – come madie, cassettiere e mensole – possono arricchire un angolo studio giovane, versatile e soprattutto su misura, in modo da combinare le esigenze funzionali al gusto estetico, che in un soggiorno moderno non deve mai passare in secondo piano. Ad ogni modo, limitarsi all’essenziale per quanto riguarda la disposizione di arredi e complementi è sempre una buona idea, per evitare di sovraccaricare l’angolo lavoro e renderlo caotico e disordinato.

Gli esperti consigliano di attrezzare la parete più lunga del soggiorno; meglio ancora se sufficientemente illuminata e distante quanto basta dalle vie di passaggio (e dal piano cucina, nel caso di open space con cucina e soggiorno insieme). Allo stesso tempo è importante che il nostro nuovo angolo studio non sia troppo vicino ad altre fonti di calore o impianti di condizionamento dell’aria.

Ovviamente, concentrarsi sulla funzionalità non autorizza a tralasciare lo stile e il design del soggiorno: ecco allora che possiamo inserire elementi componibili da assemblare, come una scrivania smart, e qualche piantina vicino alla postazione, per rendere questo angolo di casa più colorato e personale.

Per andare sul sicuro e ottenere un risultato finale in linea coi propri desideri, meglio chiedere consiglio ai professionisti di Io Ristrutturo e Arredo, contattandoli online oppure visitando uno dei 90 punti vendita presenti in tutta Italia: grazie a competenze maturate negli anni che li rendono progettisti di interni e consulenti di prodotto al tempo stesso, possono consigliare la migliore soluzione con un progetto coordinato, per ricavare un piccolo ufficio casalingo su misura, capace di unire design e funzionalità.

Salottoperfetto per Io Ristrutturo e Arredo

0

Non ci sono ancora commenti.

Cosa ne pensi?

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *